CULTURA E GREEN
NEL
CUORE
DI
MILANO

Luoghi

ORTO BOTANICO DI BRERA: UN ANGOLO NATURALE E CULTURALE NEL CUORE DI MILANO.
  
Alberi monumentali e secolari con tronchi dalla forma insolita, roseti profumati, ortensie colorate, piante medicinali, specie autoctone ed esotiche come i due grandi esemplari di Ginkgo Biloba, tra i più antichi d’Europa: esiste nel cuore storico della Milano fashion un’oasi naturale e culturale che rigenera lo spirito. Sono circa 300 specie di piante e arbusti disseminati in 5000 metri quadrati: questi i numeri dell’Orto Botanico di Brera, un polmone verde aperto 7 giorni su 7, oggi anche luogo prediletto per appuntamenti, visite guidate ed eventi organizzati da studiosi ma anche da giovani artisti e progettisti affermati.

  
ortobotanico_01  
Un piccolo gioiello di verde densamente ‘popolato’ di piante, erbe e fiori, recuperato dal passato e dall’incuria, nello storico quartiere che tra Ottocento e Novecento pullulava di artisti e letterati. È ancora adesso un centro d’incontro per studenti e appassionati d’arte, e per un genere di mondanità colta e discreta; e nei periodi in cui Milano diventa teatro di eventi legati al design e alla moda, l’Orto Botanico di Brera diventa location privilegiata per eventi e vernissage “d’essai” in una cornice del tutto singolare. L’Orto, infatti, si trova magicamente incastonato tra la Pinacoteca omonima, la storica sede del Corriere della Sera, il vicino Teatro Strehler, le chiese di San Marco e San Simpliciano. Natura, moda e design ormai sempre più connessi e complementari.
  
Il verde è ovunque, fino quasi a coprire le pareti del palazzo che si affaccia sul giardino in tutta la sua storicità. Quello che colpisce, infatti, non è tanto la bellezza della flora quanto l’ambiente quasi fuori dal tempo in cui è ospitata; un luogo ideale per un momento di decompressione in mezzo alla natura. Diverse sono le aiuole e numerose le specie medicinali di varie famiglie; angoli dell’Orto sono dedicati a tematiche di interesse come le piante alimentari, tessili e da carta o ad ambienti climatici particolari come le piante mediterranee, di ambiente arido o umido. Il criterio più generale di organizzazione delle specie coltivate è di tipo metodico: ovvero le piante sono raccolte in base alla famiglia o all’ordine di appartenenza. Non mancano, quindi, alberi rari o da conservare per promuovere la cultura e la diffusione della tutela della biodiversità e in particolare delle piante autoctone lombarde, quali il Garofano dei certosini e la Felce regale. In ogni stagione, come un museo vivente a cielo aperto, l’Orto offre ai visitatori emozioni e sorprese, che vale la pena scoprire. Per i giovani e giovanissimi studenti sono previsti laboratori per approfondire in modo dinamico i temi scientifici presenti nell’orto; per tutto l’anno, infatti, scolaresche si intervallano in appuntamenti organizzati appositamente per stimolare la passione per il mondo della Natura, indagare i segreti delle piante e studiarne la storia e la biodiversità.
  
L’Orto Botanico vanta, in realtà, una lunga storia: fin dal 1300 era luogo di meditazione e di coltivazione per i padri Umiliati e, in seguito, per i Gesuiti. Solo nel 1774 fu istituito come Orto Botanico grazie all’imperatrice Maria Teresa d’Austria impegnata a rinnovare la città e a fondare enti di ricerca e formazione. Il Palazzo Brera, a cui appartiene l’Orto, divenne un vivace centro culturale della Milano del secondo Settecento, riferimento per l’arte, le lettere e le scienze. Fu a lungo sede di alta formazione in farmacia e medicina, grazie all’attenzione e alla coltivazione di specie medicinali. Dopo alterne “fortune”, infine, fu annesso all’Università degli Studi di Milano nel 1935, che lo gestisce ancora oggi. È stato riaperto al pubblico nel 2001 grazie alla passione e alla ricerca del dipartimento di Bio Scienze dell’Università di Milano, dopo il restauro che ha riportato in luce l’originale disegno, caratterizzato da due vasche ellittiche, dall’arboreto e da fitte aiuole.
  
  
www.museoortibotanicistatale.it


QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE: CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE SE NE ACCETTA L’UTILIZZO. SE VUOI SAPERNE DI PIÙ CLICCA QUI OK