Contaminazioni

LA NUOVA PRIMAVERA
DELLE CARTE DA PARATI
FUTURO O
FANTASCIENZA?

Contaminazioni

Vere e proprie opere d’arte decorativa, le carte da parati fin dalla loro nascita sono diventate icone di stile e di tendenza perché riflettono i costumi e la mentalità di un’epoca. Oggi, più che mai, vivono una nuova “primavera”: grazie a un design sempre più accattivante e ai nuovi materiali queste carte sono un complemento d’arredo che muta la percezione dello spazio, crea mondi, personalizza gli ambienti e in alcuni casi protegge dall’esterno. Ma cosa diventeranno in futuro? Ce lo fa vedere la mostra temporanea “Papiers peints du futur”, inaugurata ad aprile e aperta fino al 31 dicembre 2018 presso il “Musée du Papier Peint” a Rixheim.
  
Il percorso espositivo si articola in quattro sezioni che propongono al pubblico esempi d’innovazione tecnologica ed estetica: carte da parati tecnologiche (insonorizzate, che bloccano il wifi per la salute, …); carte impreziosite (accessoriate con perle di resina, fibre di basalto, nastri ricamati, ornate con anelli o gocce, …); e anche innovazione tecnologica al servizio del design (carta fosforescente, a LEDs,..); l’ultima sezione è dedicata ad artigiani francesi: Aurélie Mossé, Alexandre Poulaillon e l’Atelier D’Offard.
I prodotti in mostra sono per la maggior parte già in commercio, alcuni sono ancora in fase di studio e test, ma non si tratta di “fantascienza”: ben presto saranno anche loro nelle case di tanti.
  
IDEARE PER ARREDARE E INNOVARE. La decorazione murale sta subendo profondi cambiamenti che potrebbero rivoluzionare i nostri attuali stili di vita. La tendenza attuale, infatti, è quella di personalizzare sempre più l’oggetto d’arredo: domani sarà l’ambiente domestico ad adattarsi completamente alle esigenze e ai gusti di chi abita. Oggi, più che mai, sono in discussione i concetti di decorazione e design, ma anche di funzionalità. La carta da parati non è solo destinata a essere bella, può anche integrare innovazioni tecniche per migliorare la vita di tutti i giorni. Acustica, impermeabile, magnetica, anti -wifi, la carta da parati del futuro può anche essere antisismica, sostenendo le pareti perché non crollino durante un terremoto. Quindi, non solo design all’avanguardia, ma anche sviluppo di prodotto: i materiali che oggigiorno vengono scelti per le nuove carte decorative sono diversi. Oltre alla classica cellulosa, il nylon, il vinile espanso, anche il lino e altri tessuti ancora. La ricerca scientifica sulla carta o sui materiali innovativi, condotta all’interno di reparti specializzati in società e istituti di ricerca, spinge sempre più avanti verso un futuro non così lontano.
 
carte-parati_02 

SPERIMENTARE CON STILE. Creata a mano e in serie limitata o prodotta industrialmente, la carta da parati non è più una semplice immagine piatta, ma unisce progressivamente rilievi e tessiture speciali. Alcuni dei più grandi designer progettano per le imprese motivi ornamentali fatti di nastri ricamati, perle in microresina o frammenti di ardesia. Prestigiose carte decorative sono ornate con rilievi in legno, fibre di basalto, cristalli Swarovski …. Alcuni artigiani uniscono la stampa digitale alla serigrafia per sperimentare nuove combinazioni. Eppure, nonostante siano tecnologici, questi prodotti non dimenticano comunque l’estetica. La stampa digitale, utilizzabile sulla maggior parte delle superfici, dona valore aggiunto: luce fosforescente per creare sfondi o atmosfere particolari.
 
carte-parati_03 

DECORARE CON ARTE PER DISTINGUERSI TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO. Agli albori usate come rivestimento murale per minimizzare le imperfezioni, ben presto acquistano il valore artistico della decorazione. Le carte da parati diventano un espediente per esibire uno “status” sociale e per differenziarsi. Nel corso dei secoli trame e tessuti sono stati reinventati e sperimentati seguendo le abitudini e le mode in voga della società: paesaggi bucolici, rovine greche, motivi decorativi semplici e combinati, ambientazioni tropicali, senza dimenticare gli stili Chippendale, Liberty e la tecnica del trompe l’oeil, che regala profondità spaziale.
In questo periodo la sperimentazione ha raggiunto nuovi traguardi anche estetici: e se da una parte c’è un ritorno al passato con temi vintage, damascati, floreali, dall’altra si spinge l’immaginazione in avanti grazie all’iperrealismo fotografico, una particolare tecnica con cui una fotografia viene ingigantita e riprodotta su carta.
  
“PAPIERS PEINTS DU FUTUR”
1° aprile 2017 – 31 dicembre 2018
www.museepapierpeint.org

  
Note:
  
1
Another colour, carta da parati
Atelier e design Tracy Kendall, Margate, Regno Unito
Frammenti colorati di Canson cuciti sul tessuto non tessuto
  
2
Carta da parati fosforescente wallpaper
Colour Tec – Glow in the dark, réf. 96157
Marque Architects Paper ®
Manufacture As Creation, Gummersbach, Germania
Tessuto non tessuto, serigrafia rotativa, materia fosforescente, applicazione di sabbia
  
3
Art Luminaire, 2015
Manufacture Marburg, Kirchhain, Germania
Tessuto non tessuto, vinile, fibra ottica illuminatore a LED
  
4
Carta da parati magnetica,
Magnet wallpaper Cockatile, editore Groovy Magnets, Anversa, Belgio,
Vinyle, inclusion de métal ferreux
  
5
Aves, carta da parati ricamata
Studio Custhom editore, Londres
Design Jemma Ooi e Nathan Philpott
Realizzata a Leicester (Regno Unito)
Tessuto non tessuto, ricamo meccanico eseguito al computer
  
6
Collezione Wall Couture, 2012
Manufacture Marburg, Kirchhain, Germania, réf. 52203
Progettista Ulf Moritz
Tessuto non tessuto, sfondo opaco, stampa meccanica, serigrafia rotativa, 3 colori e floccato di perle
  
7
Cloudy, carta da parati
Collezione per bambini, Maître d’Offard et l’ornementarium
Creazione e grafica: François-Xavier Richard, 2016
Realizzazione: Atelier d’Offard, Tours, Francia
Stampa a depressione, strisce di tempera su carta comune Kraft e stampa in floccato su cellulosa di seta

QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE: CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE SE NE ACCETTA L’UTILIZZO. SE VUOI SAPERNE DI PIÙ CLICCA QUI OK